“Io, te, Francesca e Davide” non è LGBT

A inizio estate 2017 Ambra Angiolini è magicamente ricomparsa sulle scene, riproponendo – in duetto con Syria – una sua vecchia hit: io, te, Francesca e Davide.

Cosa c’è di tanto eccezionale in questa notizia? Quasi niente. Se non fosse che, negli ultimi mesi, questa novità ha risvegliato gli animi rainbow anni ‘90 e ha dato ispirazione a vari articoli in stile “Ambra e Syria strizzano l’occhio al mondo LGBT”.

Adesso, senza nulla togliere ad Ambra che è sempre stata un’icona del mondo LGBT+ e ha più volte combattuto attivamente per difenderne i diritti, cerchiamo di essere onesti: questa canzone non ha assolutamente niente di LGBT.

Quando “io, te, Francesca e Davide” è uscita per la prima volta era il lontano 1997 e io avevo quattro anni. Quindi sì, lo ammetto, non posso apprezzare fino in fondo questo ritorno in grande stile dell’Angiolini: non ricordo di aver mai sentito questa canzone prima di Luglio 2017 (chiedo umilmente scusa a chiunque consideri una blasfemia quello che ho appena scritto).

La mia opinione, però, vorrei esprimerla lo stesso: l’unica cosa LGBT in questa canzone mi sembra essere il video, nel quale Ambra e Syria si scambiano moine a sfondo saffico per quattro minuti. Che per l’amor del cielo, non è che faccia schifo. Però il video stona un pochino con il testo della canzone, che racconta una storia completamente e indiscutibilmente eterosessuale.

La canzone, infatti, parla di due coppie eterosessuali: Ambra e Davide, Francesca e un “tizio X innominato”. Solo che c’è il non trascurabile dettaglio che Ambra e “tizio X innominato” si amano, e Davide e Francesca pure. Una specie di amore incrociato in atmosfera “scambio di coppia”. Fine.

Alcuni articoli hanno definito la cosa “ménage à quatre”, lasciando intendere che ci fosse una qualche forma di legame sentimentale tra tutti e quattro i protagonisti di questa storia e quindi, in particolare, anche tra i due ragazzi e tra le due ragazze. Nel testo, però, non c’è neanche il minimo riferimento al fatto che queste quattro persone interagiscano romanticamente e/o fisicamente tra di loro tutte insieme. Non solo, la canzone termina addirittura con Ambra che lascia Davide per stare con l’innominato!

Sarebbe stato un colpo di scena molto più interessante se Ambra lo avesse lasciato per mettersi con Francesca. Ma questo è solo il mio modesto parere.

Il punto è che, probabilmente, le intenzioni di Ambra sono anche buone, nel voler includere la comunità LGBT con un video del genere. E il gesto, in ogni caso, è assolutamente apprezzato.

Però a me sembra che questo nostro lecito bisogno di avere una rappresentanza nella televisione, nella musica e nel mondo dello spettacolo in generale, venga un po’ troppo spesso sfruttato per ottenere likes e attenzione mediatica.

Ci danno il “contentino“. Certo, vorremmo qualcosa che sia diretto al largo pubblico e che allo stesso tempo sia davvero LGBT, fino in fondo. Ma qualcuno si dovrebbe esporre molto, affinché questo avvenga. Così, a parte qualche piacevole eccezione, tutto ciò che continuano a darci sono frasette alla “I kissed a girl and I liked it” e video provocanti a sfondo lesbo (Sì, lesbo. Mai gay. Perché due donne che si baciano accendono la libido dei ragazzi e la curiosità delle ragazze etero. Due uomini insieme, invece, a quanto pare no).

E noi – io per prima – impazziamo, quando queste mezze-allusioni LGBT ci vengono proposte in radio e in televisione, perché anche se non sono quello che vorremmo al 100%, è comunque qualcosa. Questa tattica pubblicitaria, però, sta diventando vagamente fastidiosa. Funziona da quando Paola e Chiara – che per altro erano sorelle – ballavano in piedi davanti ad una macchina, scambiandosi dei poco credibili sguardi sexy, nel video di Festival.

Paola-e-Chiara-06.png

Sono passati quindici anni.
Forse, cara industria musicale, è ora di smettere di “strizzarci l’occhio” e cominciare a fare sul serio.

Francesca

 

 

Fonti:
Immagine 1: http://www.deejay.it/news/syria-canta-con-ambra-per-i-suoi-20-anni-di-carriera-ci-sono-cose-che-non-si-possono-spiegare/526161/

Immagine 2: http://wikitesti.com/nina_-_paola_e_chiara/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...